OGGI.IT
| | | Liposcultura, liposuzione, chirurgia plastica. E il buon esempio di Claudia Gerini
Testata
23.4.2012

Liposcultura, liposuzione, chirurgia plastica. E il buon esempio di Claudia Gerini

Scritto da in Attualità | Permalink

Claudia Gerini e Fabio De Luigi in “Com'è bello far l'amore” da Medusafilm.it

Ho un paio di amiche che si sono sottoposte a liposcultura. Nessuna di loro è rimasta contenta. Una, che aveva tanto da togliere, è rimasta grassa uguale. Un’altra, che aveva poco da aggiustare, si è ritrovata le gambe piene di antiestetici avvallamenti ed è risultata peggio di prima. Tutte hanno atteso invano che il risultato si stabilizzasse e hanno promesso, per festeggiare la linea ritrovata, un bikini party che non c’è mai stato, segno che gli effetti non erano stati stupefacenti. Ne parlo perché l’estate, con la prova-costume, si avvicina e apprendo da una ricerca dell’Aicpe, l’Associazione italiana di chirurghi plastici estetici, che il settore regge, nonostante la crisi. Saranno state sfortunate le mie amiche e può anche essere che noi donne ci aspettiamo miracoli da certi interventi che miracolosi non possono essere, ma non è questo il punto. A me è capitato anni fa di sentirmi dire da un rinomato nutrizionista che non avrei mai potuto smaltire una culotte de cheval, che pure era inesistente fino al mese prima. Mi ha detto proprio: “Per questa c’è solo la chirurgia”. Doveva avere una connection con un collega chirurgo plastico: non ho altre spiegazioni, perché sono uscita dal suo studio e non ci sono mai rientrata né mi sono infilata in una sala operatoria, ma la culotte incriminata è sparita nel giro di qualche settimana a forza di alimentazione sana, sport e massaggi. Perdonatemi il “coming out“ personale, però vorrei che nessun’altra donna si bevesse la storia che per certi centimetri di troppo c’è il bisturi o niente. Certe sentenze fanno male. Fanno sentire malate o ci fanno sentire irrimediabilmente sbagliate. Ma magari nascondono solo gli interessi di un’industria che lucra sulle fragilità delle persone. Ho in mente anche qualche bellissima del nostro mondo dello spettacolo che ha avuto qualche etto in più ed è tornata magnifica con sudori e sacrifici. Claudia Gerini, per dire, con le gravidanze aveva messo venti chili ed è poi riuscita a forgiare un fisico pazzesco al punto da esibirsi nello spogliarello nel film “Com’è bello far l’amore”. Al settimanale A ha raccontato di “un allenamento da massacro con Vito Toraldo, ex campione italiano di Taekwondo” e “dei massaggi di un guru, Roberto Magi”, lo stesso cui Caterina Balivo si era rivolta per combattere la ritenzione idrica, come aveva raccontato a Novella 2000 con tanto di foto “prima e dopo”. E poi, anche per lei, sport e buona volontà. Niente interventi, niente anestesia, niente rischi. Non ci dimentichiamo della showgirl Alessandra Pierelli che per una liposuzione ci stava rimettendo la pelle. E di quelle donne di Firenze, Verona, Agrigento, Chieti e tante altre città d’Italia che – raccontano le cronache di questi anni – ce l’hanno rimessa davvero.


    Commenti dell'articolo (8)
    • Simona | 23 aprile 2012 alle 13:26

      Per quanto mi riguarda sono obbiettivi che si raggiungono anche senza personal trainer famosissimi: basta frequentare una palestra con costanza e continuità, lavorando seriamente. Io ad un certo punto della mia vita non mi piacevo più ed ho cominciato la svolta. Cibo sano e vario, abbonamento annuale in palestra, frequentando 3 volte a settimana le lezioni di step. in un anno ho conquistato una linea perfetta che non ho più perso, nemmeno dopo 4 anni e una gravidanza. Si può fare! :-)

    • Tiziana | 23 aprile 2012 alle 13:36

      Probabilmente la Gerini si può permettere, sopratutto economicamente ma anche in altri termini (avrà qualcuno che le guarda le figlie mentre lei si deidica a queste attività che presumo portino via molto tempo)un allenamento da massacro con l’ex campione di taekwondo, i massaggi del guru e di fare sport.
      e ritengo sbaliato anche propagandare la buona volontà: non dipende solo da quella, ma da tantissime altre cose.
      Se davvero ritiene che “Certe sentenze fanno male. Fanno sentire malate o ci fanno sentire irrimediabilmente sbagliate”. non dovrebbe nemmeno parlare in questi termini perchè non tutte possono o riescono, e questo fa sentire sbagliate chi, pur mettendo la buona volontà e facendo sport, non riesce ad acquistar lo stesso fisico della Gerini o non riesce a ritornare alla taglia 42.Sopratutto se, come nel caso di molte donne comuni, non si possono permettere tutte le possibilità di cui invariabilmente godono le vip.

    • lia | 23 aprile 2012 alle 14:47

      @Tiziana. Condivido con te il fatto che non tutti si possono permettere economicamente certe cose. Stare bene con se stessi, piacersi è importante ma prima di tutto bisogna accettare se stesse, e se non si è la Gerino o altro ritengo sia uguale. Ognuno ha in sè un valore unico, inestimabile che prescinde dagli altri, se no saemmo tutte statuette identiche e questo non avrebbe senso

    • mowrer | 23 aprile 2012 alle 15:41

      tutte cure costose e faticose ma ce n’è una gratuita, efficace e molto più piacevole…

    • lu | 23 aprile 2012 alle 21:31

      mi dispiace ma non sono favorevole a questa demonizzazione della chirurgia estetica. c’e’ chi con tanti sacrifici come dieta,palestra,creme e massaggi quelle culotte non le manda via, come quel rotolino,per non parlare poi di chi ha problemi che si risolvono solo con la chirurgia e ce ne sono
      ho fatto una liposuzione e non me ne vergogno e quando il dietologo mi ha tolto soldi dietro soldi facendomi sperare in un risultato che non potevo avere è stato molto meno onesto del chirurgo plastico a chi ho deciso di affidarmi. parlando delle donne di spettacolo io non credo che quei risultati siano frutto di tanti sacrifici ma solo di soldi spesi meglio di come potremmo fare noi.se ci si affida a dei professionisti seri anche la sicurezza è al sicuro.poi anche in questo si trovano dei cani che pur di toglierti quei quattro soldi ti promettono miracoli con un bisturi.

    • annie | 17 ottobre 2012 alle 15:20

      Sono d’accorod con Lu…ancora a credere a tutte le modelle e indossatrici che hanno un fisico ineccepibile eppure non praticano alcuna dieta…anzi dichiarano sorridendo che mangiano quando vogliono e anche cibi non sani…Ma chi vogliono prendere in giro??? Non siamo stupide. Sarebbe un’aliena una donna così. La chirurgia spesso aiuta dove ginnastica e dieta purtroppo non arrivano. E non bisogna vergognarsene bisogna solo andarci con cautela e adottare tutte le misure di sicurezza necessaria che si cercherebbero per qualsiasi altro tipo di intervento anche non chirurgico.
      giornalisti e non…Vi prego.Basta con queste favolette.

    • many | 26 luglio 2013 alle 01:29

      Lu .. posso chiederti chi ti ha operata?

    • many | 26 luglio 2013 alle 01:29

      lu posso chiederti chi ti ha operata?

Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio articoli
l m m g v s d
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Le altre firme
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now