OGGI.IT
| | | | Torta paesana o torta di pane
Testata
14.9.2009

Torta paesana o torta di pane

Scritto da in I consigli di Marina | Permalink

Foto di Marina

Foto di Marina

I dolci mi piacciono, ma non sono proprio un “fenomeno” a farli….dosi, ricette….tutta questa precisione non fa per me!

Quelli che trovate nel mio blog sono “a prova di negata“, quindi se non siete degli eccelsi pasticcieri, potete cimentarvi tranquillamente.

Questa torta a me piace molto perché non è dolcissima ed ha una consistenza umido-budinosa. È ottima anche preparata il giorno prima.

In brianza è molto tipica in autunno, ma penso che sia abbastanza diffusa in tutta Italia. Il principio di base è quello del riciclo del pane secco.

Prendete 4 panini con molta mollica (io uso quelli di pasta dura) veramente secchi (tipo 3-4 gg in un sacchetto di plastica). Frantumateli in una terrina ed aggiungete un litro di latte. Fate riposare impastando di tanto in tanto (consiglio di farlo con le mani) per avere un composto totalmente morbido. Aggiungete 15-20amaretti secchi sbriciolati, 70 gr di burro sciolto, 1 uovo, 4 cucchiai di cacao amaro, 130 gr. di zucchero, una manciata di pinoli un paio di manciate di uvetta che avete fatto rinvenire nel liquore (rhum o quello che avete in casa o acqua tiepida se non vi piace il liquore) e una bustina di vanillina.

Mettete il “pappone” ottenuto in una teglia di almeno 24 cm. Che avete foderato con della carta da forno. Cospargetela con qualche pinolo decorativo.  Fate cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti.

verificate con uno stuzzicadenti che sia cotta, lasciate raffreddare e “ma-gna-te-ve-la”. Dopo i 40 minuti potrà sembrarvi cruda, ma è la consistenza-budino…niente paura, tiratela fuori perché poi si solidifica raffreddando.

Consiglio per le imbranate come me – io ho combattuto per anni con la carta da forno perché …non sapevo usarla!! Qualche tempo fa su Gambero Rosso ho visto come si fa: per maneggiarla bisogna bagnarla e  stropicciarla (fare una palla)…strizzate bene e la carta diventerà facile da gestire.

Ps - ci sono milioni di varianti regionali e familiari…con cioccolato in scaglie…con cedro…con, con, con… secondo me essendo un dolce molto pastoso, ricco e saporito ci possiamo “fermare qui”!! ma se volete, mandatemi le vostre personalizzazioni….

Marina Giuliani


    Commenti dell'articolo (23)
    • Rossella | 15 settembre 2009 alle 23:36

      Ho finalmente l’attrezzatura per fare la paella,mi manca la cuoca………………………grazie.un baciione ros

    • Candida | 25 settembre 2009 alle 12:25

      Ottima, anche cosí! Io non metto burro, risparmiando grassi ma aggiungo a seconda della stagione un po´di frutta 2 mele o 2 pere e non uso l´uvetta che non mi piace molto. Al posto dei pinoli vanno benissimo anche le mandorle a scaglie, nocciole, noci. Le varianti sono pressoché infinite. Provatela, é piaciuta molto anche qui in Germania ad amici e colleghi. Ciao e complimenti per il tuo Blog dal Nord!
      Candida

    • marina | 27 settembre 2009 alle 08:42

      grazie Candida, ottimo il consiglio-frutta, lo sperimenterò….e grazie per i complimenti!!

    • maria | 27 settembre 2009 alle 21:29

      Anche io utilizzo gli stessi imgredienti e le stesse dosi ma al posto dell’uvetta utilizzo del cioccolato fondente a pezzetti…
      un saluto a tutti

    • cettina | 2 ottobre 2009 alle 17:47

      io invece metto cioccolata fondente cacao amaro e anche dolce e poi ai miei figlioli non piacciono i camnditia , io ci metto di tutto ,lo sapevate che questa in brianza era la torta dei poveri? un saluto e buona torta

    • ametista | 22 ottobre 2009 alle 17:38

      io non l’ho ancora fatta questa torta però la ricetta è praticamente identita a quella che fa mia nonna, solo che io non mi ricordavo + le dosi e ho proprio voglia di questa torta quindi Grazie :)

    • michela | 26 aprile 2010 alle 15:23

      ciao Marina ho sempre pensato di farla ma non avendo la ricetta e per la pigrizia di cercare nonmi sono mai messa d’impegno. puntualizzo che ADORO fare i dolci cosi oggi sono qui davati al pc ho digitato torta di pane ho letto alcune varianti e la tua mi e’ sembrata piu vicina a quella che stavo cercando .Adesso mi manca solo da provarla e poi ti faro’ sapere

    • marina | 30 aprile 2010 alle 14:17

      ciao michela, provata?

    • daniela | 27 giugno 2010 alle 13:16

      Io aggiungo anche la ascorza di un limone grattuggiata. Le dò un aroma che a me piace molto!!

    • marina | 15 ottobre 2010 alle 11:27

      la faccio , xchè ho sempre tanto pane avanzato !!!!!

    • mary | 30 ottobre 2010 alle 18:13

      buonissima, l’ho preparata ed e’ venuta benissimo

    • Marina | 1 novembre 2010 alle 10:59

      Bene….. E’. Anche il periodo giusto!

    • Mia Cucina | 16 giugno 2011 alle 10:07

      Sono cresciuta tra i dolci della lombardia e vi assicuro che non esiste una ricetta uguale all’altra! ;-)

    • egle | 2 luglio 2011 alle 08:35

      Ciao, buona questa torta. Di soltio inserisco della frutta fresca o sciroppata così è l’occasione giusta per far mangiare frutta a chi non la ama! vieni a fare un salto da me e guarda la torta di pane raffermo e ananas: http://lacucinadiegle.blog.tiscali.it
      ciao!

    • elena | 1 settembre 2011 alle 20:55

      non fate come me, ricordatevi di lasciare riposare l’impasto. Ci riprovo perchè è venuta una crosta un po’ abbrustolita e dentro molto budinosa. magari domattina va meglio e la potro’ cmq mangiare, perchè il profumo è buono|

    • alberto | 9 settembre 2011 alle 16:05

      l’uovo prima di inserirlo va sbattuto a parte con lo zucchero,con la vanillina e il burro e infine metterlo nell’impasto e amalgamare bene il tutto

    • Laura 70 | 13 novembre 2011 alle 22:04

      ciao a tutti, Anch’io metto le mele, le noci le nocciole fatte a pezzettini con il coltello e il cioccolato fondente una tavoletta (100gr) e viene buonissima

    • Gianna | 22 gennaio 2012 alle 00:32

      Ciao. Evviva la torta paesana. In sostituzione del cacao amaro, metto 5 bustine di preparato x la cioccolata in tazza. La torta diventa più dolce ed è buonissima. Anch’io metto 2 mele a pezzetti nell’impasto.

    • tiziana | 21 febbraio 2012 alle 15:38

      ma se al posto del pane secco o dei biscotti secchi, posso utilizzare il pandoro o del panettone avanzato?

    • Marina Giuliani | 21 febbraio 2012 alle 21:27

      Cara Tiziana, mah, che dire….forse il pandoro…. Ma sai e’ un dolce povero ma molto nutriente. Forse col pane risulta più leggero. Se provi, facci sapere come va…. Non appetito
      Marina

    • Claudia | 12 gennaio 2013 alle 20:50

      Fantastica la ricetta della torta paesana, finalmente dopo tanti anni ho ritrovato la ricetta della torta che mi faceva mamma….

    • paola | 18 marzo 2013 alle 17:19

      ciao a tutte io sono d’ accordo con Claudia mi viene in mente la torta che mi faceva mia mamma

    • stella | 1 settembre 2013 alle 11:53

      io ho una ricetta di mio zio che la faceva ottima metteva sopra anche delle scorzette di mandarino o arancia veniva aquisita ciao e buona torta a tutte
      stella – milano

Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
Autori
Gli altri blog
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now