OGGI.IT
| | | | Risotto agli asparagi
Testata
11.3.2012

Risotto agli asparagi

Scritto da in Benessere con gusto | Permalink

I

Ieri nel banco delle verdure ho visto gli asparagi e non ho saputo resistere.

Fantastica verdura dalle proprietà depurative va giusto bene per il nostro programma di preparazione all’estate.

Raccomanderei a chi è a regime controllato di prepararlo assolutamente con il riso integrale e di consideralo come il famoso 1/3 di carboidrati che dovrebbe avere nel piatto.

Per prima cosa ho preso gli asparagi e li ho lasciati un po’ nell’acqua per lavarli poi ho selezionato solo la punta e la parte del gambo più tenera tagliandola a tronchetti.

In una pentola dal fondo antiaderente ho preparato un leggero soffritto con carota e cipolla e un goccio di acqua (al posto dell’olio d’oliva), salando leggermente.

Ho aggiunto i tronchetti di asparagi tenendo le punte a parte, che ho aggiunto 10 minuti prima della fine della cottura.

Poi ho messo il riso (integrale) calcolando un pugno a testa, se non avete il tempo di controllarlo per almeno 30 minuti potete sceglierne uno di qualità precotta, lo trovate anche nei grandi supermercati.

Se vi piace potete insaporire con 1/2 bicchiere di vino bianco e una volta asciugato partire con il brodo caldo fatto i casa.

Un mestolo alla volta sempre mescolando fino alla fine .

Quando non ho tempo, per fare più veloce, uso la pentola a pressione per dargli la prima cottura veloce, quindi da quando inizia il fischi calcolo 9 minuti, poi apro e vado avanti con il metodo tradizionale.

Per finire, cosa non può mancare? Una bella manciata di parmigiano.

Intolleranti al frumento: un bel primo piatto adatto anche a voi.

Intolleranti al lievito: niente vino bianco e niente formaggio, volete un suggerimento carino? Aggiungete qualche noce finale oppure una spolverata di noce moscata.

Intolleranti al latte: niente formaggio, approfittate anche voi delle noci.

Intolleranti al nichel: invece degli asparagi andate con i carciofi (forse un po’ più laboriosi da pulire).

Scopri altre ricette di risotti 

 


    Commenti dell'articolo (2)
    • cristina | 28 marzo 2012 alle 18:19

      buonissimo il risotto con gli asparagi!!!
      ma un goccino di olio nel soffritto fa proprio tanto, tanto male??? :-(

      Marina Necchi | 28.3.2012 alle 20:18

      Ciao Cristina (sono Michela) . Direi che questo è il mio campo e sì: fa male. Non tanto Dal punto di vista dell’effetto biologico immediato. Considera che i grassi idrogenati sono correlati a tutta una serie di patologie importanti e decisamente poco utili. Sarei la prima a dirti, no, di stare serena e usare il tuo olio cotto se mi stessi parlando ad esempio della torta per i diciotto anni di tua figlia o per il tuo compleanno. In occasioni particolari il piacere e il gusto di vivere qualcosa di anche trasgressivo va benissimo e anzi potrebbe avere anche utili risvolti. Ma se mi chiedi di poterlo mettere, quindi all’interno della quotidianità tua e della tua famiglia con leggerezza e in un risotto che di per sè risulta ricco, buono e piacevolissimo così com’è, allora la risposta è che è decisamente meglio evitare. Se bisogna decidere come sgarrare, meglio in una maniera un minimo più utile, no?:) meglio abituarsi al gusto vero del cio e anche a quello buono dell’olio fresco, aggiunto a crudo e con tutte le sue buone proprietà. Di lì a rendersi conto della “puzza” dell’olio cotto, è un passo breve e di soddisfazione grande. Un abbraccio.

Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Autori
Gli altri blog
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now