OGGI.IT
| | | La futurologa, almeno lei, è ottimista
Testata
16.2.2012

La futurologa, almeno lei, è ottimista

Scritto da in A4job, detto tra noi, donne | Permalink

Anne Lise Kjaer

Scrive la lettrice di “A” Marina Perotta: “Encomiabile la campagna di A4job pro-giovani, ma, Maria, cerca di guardarti intorno Ci sono donne superpreparate che a 40 anni non trovano lavoro neppure precario…”.

Le ho risposto sul blog dandole ragione. Dieci righe amare le sue, dieci righe amare (e vagamente recriminatorie) le mie. Poi, rileggendo “A” della settimana scorsa (rileggendolo, sì: spesso leggo gli articoli due volte: con l’occhio del direttore prima che vadano in stampa, e con quello della lettrice quando, magari in viaggio, decido di rilassarmi col mio giornale preferito), mi sono soffermata su un’intervista. Quella che Anne Lise Kjaer, danese, ha dato alla nostra Cristina Bianchi incontrandola a Londra, la città dove vive. Anne Lise Kjaer è una futurologa, una “future narrator” come dice lei.
Le aziende la consultano per aggiornare “gli atlanti delle tendenze” sui diversi Paesi. Per sapere come andrà a finire, direbbe mia madre. A Cristina Bianchi che le chiedeva se, nonostante la crisi, cogliesse qualche segnale positivo, Anne Lise Kjaer ha risposto così: «Sì, per esempio in Europa sono le donne a guidare la crescita. Il Pil dipende in gran parte dalle donne. Secondo un famoso rapporto McKinsey, se si confrontano le aziende guidate da maschi e quelle a leadership femminile, queste ultime guadagnano il 56 per cento in più». Cosi parlò la futurologa.

Ho riletto tutto l’articolo e alla fine mi sono chiesta: non sarà il caso di scrollarsi di dosso un po’ di (fondata) rabbia e frustrazione? I conti col presente si fanno meglio raddrizzando le spalle o tenendole accartocciate per ruminare su quel che poteva essere e non è stato?

Voi come la pensate?

 


COMMENTI: 4, lascia il tuo!   |   Permalink   
    Commenti dell'articolo (4)
    • m.a.r.a. | 16 febbraio 2012 alle 22:27

      Non condivido un’afferamazione della Kjaer: quando dice che un uomo non chiederà mai al suo team cosa fare per risolvere un problema, perchè si sentirebbe sminuito. Trovo che sia troppo generalizzante.
      Sono d’accordo sul fatto che non bisogna accartocciare le spalle ed avere poi dei rimpianti: questo può valere per qualsiasi situazione.
      Ciò che dice la futurologa in certi punti è davvero condivisibile, ma mi sembra molto difficile da mettere in pratica. Oltre ad indubbie capacità, occorre anche molto fortuna per come siamo messe oggi e non tutte hanno l’opportunità di emergere come è successo alla Kjaer o alla Ferguson che si è trasferita a Ginevra seguita dal marito che non so cosa faccia, ma sicuramente non ha avuto problemi nell’adattarsi e seguirla. Quanti sono disposti a farlo per favorire la carriera della moglie?

    • francj | 17 febbraio 2012 alle 00:57

      per istinto e bisogno ho imparato ad essere indipendente fin da piccola. sono andata fuori casa a 16 anni per imparare un mestiere e poi tornata per lavoro, ma sempre disponibile ad andare dove un lavoro c’era. aspettare che il lavoroo ci venga incontro,è un grave errore, e le donne dovrebbero scrollarsi di dosso l’idea che devono essere anche mamme e mogli. si deve scegliere una cosa, poi per fortuna vista la fertilità lunga si può pensare anche alla famiglia. inoltre noto che le attività condotte da donne falliscono di meno, quindi facciamo valere il nostro valore

    • diddie | 18 febbraio 2012 alle 21:26

      No no, si deve scegliere si ma si deve anche essere individui.
      Altrimenti potremmo anche farci ammazzare tutti entro i ventanni. RIsolta così la disoccupazione, la speranza di trovare un partner, l’avere figli. Non ci sarebbero più problemi.
      LE mie amiche ed io siamo conviventi o sposate, abbiamo figli e lavoriamo. Felici di essere in coppia, felici dei propri figli e chi più chi meno felice del suo lavoro che contribuisce a campare. Tutte sotto o attorno i 30 anni abbiamo figli e non li abbiamo voluti tardi perchè secondo noi era meglio così.
      La donna può essere multitasking. Ed avere una vita è un diritto. Mancano i mezzi per averlo integrale, ma i doveri si eseguono tutti. è il ritorno che non è granchè.
      Poi che tutti sbaglino a piangersi addosso e sperano che il lavoro arrivi a casa è un altro conto e purtroppo lo fanno in tanti senza degnarsi di mandare cv o rifiutando lavori per i motivi più futili pur avendone bisogno.

    • raffalaro | 21 febbraio 2012 alle 17:52

      La lettrice Marina Perotta mi ha tolto le parole di bocca. 40enne tra un paio di mesi, mamma di una 18enne, quasi 19, separata da 17, laureata, avvocato, abilitata ad insegnare, due corsi post universitari (finanziati dall’UE, super master a pagamento chi se li poteva permettere …)svariate esperienze di lavoro, anche volontaria nelle forze armate, con periodi di lontananza da mia figlia lasciata alle amorevoli cure della nonna (nel frattempo mio papà veniva a mancare), mai una lira dal mio ex marito. Voglio il posto fisso? No, voglio lo stipendio fisso, quello senza il quale non ti puoi permettere neanche una lavatrice a rate, figurarsi un’automobile o un mutuo per la casa … sono rimasta a casa con mia madre, ovviamente … quindi mi sono sentita dare prima della bambocciona, poi della pretenziosa (il posto fisso? perchè? il futuro è flessibilità …)mentre ai “posti fissi” altri accedevano senza concorso o con una professionalità discutibile.
      Forse chi professa la flessibilità ignora che le bollette hanno scadenza, o che la spesa non si fa a credito eterno …
      Ho tanto l’impressione che, come si dice dalle mie parti, si voglia prendere la serpe con la mano di un altro …
      Ma non provo rabbia, né frustrazione: rimango combattiva e cerco di migliorare e diversificare la mia preparazione, anche imparando materie e mestieri nuovi, ma rimane un po’ di amarezza per non aver potuto dare qualcosa in più, anche a mia figlia, come uno stage estivo per le lingue straniere o un corso per imparare a suonare uno strumento, perché il tempo comunque passa e non aspetta che tu abbia stipendio fisso.

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Buon compleanno “A”!

Festeggia con noi i primi 5 anni di "A" e unisciti al nostro gruppo!

Seguimi
In edicola
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829  
Le altre firme
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now