OGGI.IT
| | | | Una Donna al comando. Anzi due. Incontro con Carla Cico e Yuki Tan
Testata
22.12.2009

Una Donna al comando. Anzi due. Incontro con Carla Cico e Yuki Tan

Scritto da in Cina moda mode e modi | Permalink

Incontro con Carla Cico (CEO di Ambrosetti) e Yuki Tan (CEO di Folli Follie)

Incontro con Carla Cico (CEO di Ambrosetti) e Yuki Tan (CEO di Folli Follie)

Incontro con Carla Cico (CEO di Ambrosetti) e Yuki Tan (CEO di Folli Follie) .

Che le donne abbiano una marcia in più è indubbio e a volte fa piacere riscoprirlo chiacchierando con due manager che di successo ne hanno avuto e anche molto. Yuki Tan cinese nominata tra le 10 donne d’affari più influenti della Cina da Sina.com, Carla Cico tra le biz women più importanti secondo Forbes e Fortune.

Non mi soffermo troppo sui loro passati, pieni di successi ovviamente, ma sulle loro personalità. Due caratteri, esperienze, attitudini specularmente diverse.

Yuki Tan, incarna alla perfezione il brand che dirige. Non una virgola fuori posto, uno charme ed una eleganza fuori dal comune, pacata e riflessiva nel modo di pensare come nell’agire. Carla Cico una donna piena di vitalità, che non si tira mai indietro, pronta ad affrontare il mondo a viso aperto.

Una bella serata organizzata dall’ associazione Alunni Bocconi di Pechino presso l’Istituto Italiano di cultura, conferma che la strada per il successo non è una sola ed è aperta a tutti.

Come la sua esperienza internazionale ha influito sulle sue doti manageriali?

Cico: Dall’Italia ha finito i suoi studi in Cina, poi ha iniziato a lavorare in moltissimi paesi del mondo. “Fare esperienze all’estero è la prima cosa per tutti i giovani che vogliono raggiungere il successo. Aiuta a formare il carattere, la personalità ed a comprendere che al mondo non siamo soli”.

Tan: dalla Cina si trasferisce in Inghilterra per studiare lingue. “Avere avuto la fortuna di uscire dalla Cina e conoscere nuove culture mi ha arricchito e mi ha permesso di avere un primo approccio con il mondo del fashion”.

Quali sono le caratteristiche fondamentali in un manager?

Cico: “Bisogna avere passione, buonsenso e la capacità di delegare”.

Tan: “Flessibilità e autostima”

Quali sono le skills che una donna deve avere per dirigere un grande gruppo?

Cico: “Bisogna sapere rinunciare a qualcosa, non si può essere una donna di successo e una super mamma/moglie. A volte bisogna scegliere, se si vuole avere successo nel campo del lavoro, bisogna sacrificare la famiglia e viceversa”. (ndr: pungente come affermazione ma diretta e purtroppo molte volte vera)

Tan: “Gestire la mia famiglia è un’ottima palestra, mi aiuta a capire come relazionarmi con i miei colleghi”.  “Il fashion è un lavoro per donne. Solamente noi siamo capaci di fare attenzione a tutti i mille particolari che servono per avere successo in questo campo”.

CONTINUA A LEGGERE L’INTERVISTA DI GIULIO ABBATE DOPO IL SALTO>>

Incontro con Carla Cico (CEO di Ambrosetti) e Yuki Tan (CEO di Folli Follie)

Incontro con Carla Cico (CEO di Ambrosetti) e Yuki Tan (CEO di Folli Follie)

Il mondo del lavoro è prettamente maschilista, specialmente in Cina, come affrontate questo aspetto?

Cico: “Sono gli uomini ad avere timore e paura nel lavorare con una donna, non il contrario. Molte volte ci sono ammesse cose che tra uomini non sarebbero mai ammesse, questo è un vantaggio non uno svantaggio”

Tan: “ Non credo il mondo del fashion sia troppo maschilista, le donne sono le principali clienti. Essere una donna mi aiuta a capire le loro necessità e i loro desideri”.

Che cosa conta per avere successo?

Cico: “ Essere risk taker. Non avere mai paura di affrontare una nuova esperienza e accettare il rischio come parte del divertimento”. “Non pianificare mai la propria vita. Io non l’ho mai fatto”

Tan: “ In Cina tutto corre ad una velocità doppia rispetto al resto del mondo, non è possibile fermarsi a ragionare, bisogna seguire il ritmo. Non tutti sono capaci di farlo”.

Come si concilia il lavoro con la famiglia?

Cico: “Personalmente, purtroppo, non ho mai cresciuto una famiglia. Ora per fortuna ci sono molte aziende che permettono di essere donna, madre e lavoratrice (di successo)”.

Tan: “Sono entrata nel business quando mia figlia aveva già tre anni, poi la policy Cinese di un figlio solo mi ha spinto a concentrarmi di più sul mio lavoro”.

Due belle storie di successo per il mondo femminile, oramai sempre più al comando. Aiuto uomini siamo spacciati.

Giulio Abbate


    Commenti dell'articolo (3)
    • curioso | 14 gennaio 2010 alle 16:22

      CEO di Folli Follie? Ma è un caso di omonimia oppure si tratta della stessa catena Folli Follie italiana che gestisce boutiques nel mondo della moda? Grazie Giulio

    • Giulio Abbate | 15 gennaio 2010 alle 05:02

      Nessun caso di omonimia, è esattamente la stessa catena.
      Purtroppo però devo dirti che anche se suona Italiana “Folli Follie” è Greca.
      Ancora una volta qualcun’altro sfrutta il nome “ITALIA” per avere successo senza averne il diritto.

    • silvana leite | 19 marzo 2010 alle 12:46

      quero muito o e-mail de Yuki Tan preciso falar com ela, pois, sou brasileira, adoro moda e quero trabalhar para ela, bordo, faço aplicações em roupas, faço acessórios e preciso ganhar dinehiro e trabalhar. Obrigada.

Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Autori
Gli altri blog
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now