OGGI.IT
| | | | I personaggi, la chiave delle serie tv. Parola di Damon Lindelof.
Testata
20.5.2009

I personaggi, la chiave delle serie tv. Parola di Damon Lindelof.

Scritto da in Featured Articles, Lost, Riflessioni | Permalink

Quando recentemente mi è capitato di intervistare al telefono Damon Lindelof, sceneggiatore di “Lost”, uno degli argomenti più interessanti affrontati è stato quello dei personaggi.

Le serie televisive sono basate sul concept, sullo sviluppo della storia, e soprattutto sui personaggi.

“Quando siamo partiti con l’episodio pilota, non avevamo quasi tempo di pensare”, ha dichiarato Lindelof. “Poi abbiamo cominciato a scoprire i protagonisti. Noi all’inizio non ne sapevamo niente, non li avevamo ancora pensati. E li abbiamo sviluppati strada facendo. Sawyer, un truffatore? Forse. Kate un’assassina? Forse. Il padre di Jack? Non lo conoscevamo ancora. Abbiamo imparato a conoscerli con il tempo. Così come si conoscono le persone che poi in futuro possono diventare degli amici”.

Le parole di Lindelof sono chiare. Così come sono chiare le intenzioni di J.J. Abrams che i suoi personaggi li ama. Pensate a “Star Trek”. Pensate al giovane Capitano Kirk che ha qualcosa di Han Solo. Oppure a Spock alias Zachary Quinto, che da Sylar di “Heroes” è passato nella squadra del Signore del tempo.

L’approfondimento dei personaggi mette lo spettatore di fronte a delle media-persone che hanno il potere di diventare amici dello spettatore. A questo punto se il personaggio prende per mano chi lo segue e lo guarda, non importa dove vada, sia essa un’isola lontana o la profondità dello spazio. L’importante è il solido rapporto che li lega.

Mattia Nicoletti


Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Gli altri blog
Segui e condividi
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now