OGGI.IT
| | | | Cannes 2011: The artist di Michel Hazanavicius e Le gamin au velo dei fratelli Dardenne.
Testata
16.5.2011

Cannes 2011: The artist di Michel Hazanavicius e Le gamin au velo dei fratelli Dardenne.

Scritto da in Mi sono perso | Permalink

La gamin au velo, dei fratelli Dardenne

Le gamin au velo, dei fratelli Dardenne.

Giornata costellata di pellicole interessanti quest’oggi: i film in concorso infatti sono The artist di Michel Hazanavicius e Le Gamin au Velo dei fratelli Dardenne. Il francese The artist, film introdotto in competizione all’ultimo momento, racconta le vicende ambientate nel ’27 del divo del muto George Valentin, sul viale del tramonto dopo l’avvento del sonoro, e quelle di Peppy Miller, comparsa lanciata nel mondo del cinema. Nel cast, fra gli altri, anche John Goodman e James Cromwell. L’attesa per questo film è tanta anche perché Hazanavicius in Francia è molto conosciuto per la serie di film OSS 117, sorta di parodia di James Bond che ha riscosso un grande successo di pubblico e critica. Promette molto bene.

Il cinema dei Dardenne invece lo si conosce perfettamente e qua a Cannes sono ormai degli ospiti fissi: il loro nuovo lavoro Le gamin au velo è la storia dell’undicenne Cyril (Thomas Dorcet) alla ricerca del padre che lo ha lasciato temporaneamente in un istituto. Alla sua storia si intreccia quella di Samantha (Cecile de France, già vista in Hereafter), che gestisce un salone di bellezza e che prenderà a occuparsi del ragazzino durante i fine settimana. I Dardenne giocano in casa e il loro cinema da queste parti è apprezzatissimo: inoltre con questo nuovo lavoro i due registi si sono sbilanciati e hanno deciso di inserire addirittura della musica come colonna sonora. Da noi nelle sale il 20 maggio.

Da segnalare oggi per la sezione Un certain regard l’opera prima Martha Marcy May Marlene di Sean Durkin, pellicola che ha ricevuto entusiastiche reazioni al Sundance Festival di quest’anno (qui il trailer). Si tratta di un thriller psicologico che vede protagonista una ragazza decisa a riallacciare i contatti con la propria famiglia dopo essere stata membro di una setta per due anni. Ma quell’esperienza, come si accorgerà ben presto, la deve aver cambiata nel profondo: paranoia in grande quantità quindi per un film che ha già fatto parlare molto di sé.

Da non perdere anche due lavori presenti all’interno della Settimana della critica ovvero Take shelter di Jeff Nichols (Shotgun stories), pellicola americana già acclamata al Sundance Festival che racconta la storia di Curtis (Michael Shannon), un padre ossessionato da alcuni incubi ricorrenti che lo convinceranno dell’arrivo della fine del mondo. Imperdibile anche Walk away Renée, nuovo lavoro di Jonathan Caouette, divenuto celebre per il suo documentario autobiografico Tarnation. E con questo nuovo lavoro Caouette riprende ancora una volta la stessa formula che ha decretato la fortuna di Tarnation: lo spunto è dato dalla decisione del regista di accompagnare sua madre, Renee (che è malata di mente), attraverso un viaggio per l’America, da Houston a New York, in un alternarsi di disavventure e ricordi del passato. Con la telecamera sempre accesa, ovvio.

Marco Prato

Foto via | Festival di Cannes


Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

I più visitati
Categorie
Ultimi commenti
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Autori
Gli altri blog
Segui e condividi
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now