OGGI.IT
| | | | Mamme al mare: tipe da spiaggia
Testata
29.6.2012

Mamme al mare: tipe da spiaggia

in essere mamma, mamme in vacanza | Permalink

Cominciamo con il fare una premessa: le mamme (e i papà) con figli piccoli non vanno mai in vacanza. Nemmeno quando sono al mare. Semplicemente, lavorano in trasferta. Se da un lato si sta tutti insieme e ci si diverte, dall’altro la fatica aumenta, e le competenze richieste si moltiplicano.

Capacità organizzative, per la preparazione dei bagagli di tutta la famiglia.
Capacità logistiche: per le operazioni di carico/scarico auto
Capacità attoriali/cabarettistiche: per l’intrattenimento durante il viaggio e all’arrivo
Capacità di team building: per aiutare i piccoli a fare amicizia sulla spiaggia
Capacità ingengneristiche: per la costruzione di castelli e piste di sabbia
Capacità olimpiche: per affrontare senza sforzo la sequenza di baby dance/altalena/gonfiabili/raccolta conchiglie sul bagnasciuga

Espletate tutte le funzioni di cui sopra, se tutto va bene ci si può ritagliare qualche minuto di relax sotto l’ombrellone per parlare con le altre mamme. Che di solito si dividono in tre categorie. Le orgogliose, che raccontano ogni azione del pargolo come se fosse un’impresa unica. Le apprensive, che ogni due parole urlano al figlio di non correre/sudare/lanciare sabbia/togliersi il cappellino. E le vittimiste, che non vedono l’ora di lamentarsi di quanto sono stanche e stressate. La conversazione tra mamme da spiaggia è come una partita a racchettoni: chi partecipa si diverte sempre, chi sta intorno molto meno.

“Questo blog e i testi postati dai moderatori sono sponsorizzati da P&G”

 


COMMENTI: Nessuno, lascia il tuo!   |   Permalink   
Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile