OGGI.IT
| | | Gli uomini non sono tutti uguali
Testata
20.9.2011

Gli uomini non sono tutti uguali

Scritto da in Uomini | Permalink

Ci sono anche uomini buoni. Ci sono uomini che sanno fare dell’ironia sguaiata con eleganza. Ci sono uomini che si possono amare. Addirittura che non si può resistere: bisogna amarli come si deve respirare, mangiare, camminare, dormire. Io ne conosco uno, con la esse difettosa, senza tanti capelli. Una testa lucida dentro e fuori. Una vita riempita a più non posso di cose fantastiche, di ideali, di sentimenti profondi e puri, di cazzeggio limpido e schietto, di erbe medicinali, di Negroni e di salame. E anche di dolore. Un uomo morbido come un cuscino di velluto. Onesto, con se stesso prima di tutto, e capace di spianare con leggerezza le asperità della vita perché gli altri possano scivolare su una strada più accogliente e più sicura.

Un uomo timido e forte con un’intelligenza roboante ma non disordinata né dispersiva: frenetica e concreta. Uno che ama suo figlio con gli slanci forsennati di un sentimento irrefrenabile e la sobrietà, il rispetto e la stima che merita un piccolo uomo che è già grande.

Un uomo che quando ti dà una pacca sul culo, e te la dà sempre, ti fa sentire che in quella pacca c’è tutto quello che di meglio ci può essere nell’amicizia.

Un uomo che lascia in eredità l’esempio più bello e più folle, quello dell’integrità morale.

 

 


COMMENTI: 38, lascia il tuo!   |   Permalink   
    Commenti dell'articolo (38)
    « 12»
    • marchiscianella | 21 settembre 2011 alle 07:50

      Come scrivi bene, Vale, come sempre. Volevo scrivere ‘quasi’ per non intossicare chi pensa che l’ammirazione costante sia piaggeria di menti di poco spessore e non capisce invece che è valenza di chi trasmette attraverso le righe il saper vivere tanto quando gioisce così quando soffre, senza nascondersi dietro sarcasmi che altro non sono che manifesti della propria inadeguatezza al mondo, alle persone, a chi attrae invece di respingere. Persone così sono una fortuna che come tale è imprevedibile, che ci restino vicine invece, no. Quello è merito nostro. Che non saremo mai tanto appagati come le intelligentissime carogne, ma che vuoi fare? ci accontenteremo. Ti abbraccio, Vale.

    • anna | 21 settembre 2011 alle 08:59

      leggendoti,ho amato quest’uomo.

    • Tarkus | 21 settembre 2011 alle 16:45

      Ve la siete cercata. Adesso, la prima volta che vi vedo, parte la pacca sul culo.

    • Paola | 21 settembre 2011 alle 16:45

      grazie per la bellezza che ci hai regalato!Perchè questa è pura bellezza della vita!

    • Vittoria | 21 settembre 2011 alle 21:54

      eh..nella vita ci vuole …ulo…ma anche intuito, e tu li possedesti entrambi…e comunque gli uomini sono tutti uguali, le donne sono tutti uguali, sono tutti luoghi comuni che spesso fanno comodo, ci accontentiamo e tiriamo a campà

    • ale | 21 settembre 2011 alle 22:08

      grazie Valentina, lei ha scritto ciò che avrei voluto dire di mio padre e a mio padre, ma mi sono sempre mancate le parole ed infine il tempo.

    • Daniele YLH | 22 settembre 2011 alle 01:20

      Eh ma è quell’ANCHE che non va bene.
      Non è che l’unico uomo che va bene è l’uomo “diverso dagli altri uomini”: un uomo di valore può distinguersi FRA gli uomini, e non DAGLI uomini. Se no rimanete al vecchio concetto di “maschio = pessimo”, con riserva di “alcuni sono diversi”. Eh no. Sarebbe come dire: “non tutte le donne fanno schifo, ci sono anche grandi donne che bla bla bla” – è demagogico demonizzante di una categoria.

    • paparazzo | 22 settembre 2011 alle 07:49

      Daniele adesso ti cancella, le donne non amano la discussione libera, o dai loro ragione o sei maleducato.

    • riccarda.serri | 22 settembre 2011 alle 08:39

      valex penso ti convenga cambiare il titolo: non capisco se sa gente sia scema, insensibile, in malafede o se la voglia di esprimere il proprio fondamentale parere superi anche la necessaria sobrietà verbare che occorre tenere in un topic che chiunque abbia un minimo di cervello e uno sbruzzo di anima capisce che è un necrologico dedicato a una persona mancata a cui hai – abbiamo noi he partecipiamo – voluto davvero bene.

    • riccarda.serri | 22 settembre 2011 alle 08:41

      scusa i refusi, stamattina la concentrazione latita

    • Valentina Crepax | 22 settembre 2011 alle 09:07

      Riccarda, lascio perdere. Chi ci legge di solito, ma anche chi ci legge e parla con noi per la prima volta e ha voglia di sorridere, spesso di giocare, e di soffermarsi davvero sulle parole dandogli il giusto peso, ha sicuramente anche la fortuna e la capacità di conoscere uomini e donne che meritino di essere amati e rispettati. Gli altri sono costretti a accontentarsi di quello che hanno. È vero, questo è un necrologio. Ma per fortuna ci sono tante altre persone così, uomini e donne.

    • Bionda Tinta | 22 settembre 2011 alle 11:07

      Gli altri sono anche quelli che devono accontentarsi dei necrologi normali perchè non sanno riconoscere i necrologi che non sembrano necrologi

    • ale | 22 settembre 2011 alle 11:14

      mio padre mi ricordava, sorridendo dolcemente: nella vita ci sono alcuni, e poi gli altri….

    « 12»
Scrivi un commento
*la tua mail
non sarà visibile

Ultimi commenti
I più visitati
Categorie
Tag Cloud
Archivio blog
l m m g v s d
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Le altre firme
Segui e condividi
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now